Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
8 dicembre 2011 4 08 /12 /dicembre /2011 17:53

                        102

" Volgendosi ivi intorno, vide scritti

molti arbuscelli in su l'ombrosa riva.

Tosto che fermi v'ebbe gli occhi e fitti,

fu certo esser di man de la sua diva.

Questo era un di quei lochi già descritti,

ove sovente con Medor veniva

da casa del pastore indi vicina

la bella donna del Catai regina.

                      103

Angelica e Medor con cento nodi

legati insieme, e in cento lochi vede.

Quante lettere son, tanti son chiodi

coi quali Amore il cor gli punge e fiede.

Va col pensier cercando in mille modi

non creder quel ch'al suo dispetto crede:

ch'altra Angelica sia, creder si sforza,

ch'abbia scritto il suo nome in quella scorza.

                       104

Poi dice: - Conosco io pur queste note:

di tal' io n'ho tante vedute e lette.

Finger questo Medoro ella si puote:

forse ch'a me questo cognome si mette.-

Con tali opinion dal ver remote

usando fraude a se medesmo, stette

ne la speranza il mal contento Orlando,

che si seppe a se stesso ir procacciando.

[...]

                       124

Quel letto, quella casa, quel pastore

immantinente in tant'odio gli casca,

che senza aspettar luna, o che l'albore

che va dinanzi al nuovo giorno nasca,

piglia l'arme e il destriero, et esce fuore

per mezzo il bosco alla più oscura frasca;

e quando poi gli è aviso d'esser solo,

con gridi et urli apre le porte al duolo."

 

L'Orlando Furioso è un poema cavalleresco scritto nel 1532 da Ludovico Ariosto, scrittore italiano. La trama riguarda gli innumerevoli avvenimenti accaduti  nell'assedio di Parigi da parte delle armate musulmane durante il regno di Carlo Magno; nel canto ventesimoterzo Orlando scopre che la donna da lui sempre amata, Angelica, si è perdutamente innamorata di Medoro; Orlando ripercorre i luoghi dove i due giovani si sono amati e legge le iscrizioni lasciate da Medoro su alberi e pietre: dopo aver interrogato un pastore Orlando trova conferma dei suoi sospetti e cede alla pazzia.

 

Consigliato per tutti i gusti e per tutte le età.

 

Repost 0
Published by Marzio - in Orlando Furioso
scrivi un commento
6 dicembre 2011 2 06 /12 /dicembre /2011 20:40

                         165

" Duo Mori ivi fra gli altri si trovaro,

d'oscura stirpe nati in Tolomitta;

de' quai l'istoria per esempio raro

di vero amore, è degna esser descritta.

Cloridano e Medor si nominaro,

ch'alla fortuna prospera e alla afflitta

sempre aveano amato Dardinello,

et or passato in Francia il mar con quello.

[...]

                         168

Vòlto al compagno, disse: - O Cloridano,

io non ti posso dir quanto m'incresca

del mio signor, che sia rimaso al piano,

per lupi e corbi, ohimè! troppo degna esca.

Pensando come sempre mi fu umano,

mi par che quando ancor questa anima esca

in onor di sua fama, io non compensi

né sciolga verso lui gli oblighi immensi.

                         169

Io voglio andar, perché non sia insepulto

in mezzo alla campagna, a ritrovarlo:

e forse Dio vorrà ch'io vada occulto

là dove tace il campo del re Carlo.

Tu rimarrai; che quando in ciel sia sculto

ch'io vi debba morir, potrai narrarlo;

che se Fortuna vieta sì bell'opra,

per fama almeno il mio buon cuor si scuopra.

                         170

Stupisce Cloridan, che tanto core,

tanto amor, tanta fede abbia un fanciullo:

e cerca assai, perché gli porta amore,

di fargli quel pensiero irrito e nullo;

ma non gli val, perch'un sì gran dolore

non riceve conforto né trastullo.

Medoro era disposto o di morire,

o ne la tomba il suo signor coprire."

 

L'Orlando Furioso è un poema cavalleresco scritto nel 1532 da Ludovico Ariosto, scrittore italiano. La trama riguarda gli innumerevoli avvenimenti accaduti  nell'assedio di Parigi da parte delle armate musulmane durante il regno di Carlo Magno; nel canto decimottavo l'autore descrive il tentativo di due soldati, Cloridano e Medoro, di recuperare il corpo del loro signore, Dardinello, abbandonato sul campo di battaglia. Con il favore delle tenebre i due soldati si spingeranno nell'accampamento dell'armata cristiana, uccidendo diversi campioni nel sonno.

 

Consigliato per tutti i gusti e per tutte le età.

Repost 0
Published by Marzio - in Orlando Furioso
scrivi un commento

Presentazione

  • : Inviti alla lettura
  • Inviti alla lettura
  • : Inviti alla lettura di libri, romanzi, racconti, poesie e molto altro ancora.
  • Contatti