Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
14 novembre 2011 1 14 /11 /novembre /2011 20:10

" E' impossibile dire come l'idea mi sia entrata per la prima volta nel cervello. Ma non appena l'ebbi concepita mi ossessionò notte e giorno. Scopo non ne avevo. Odio neppure. Volevo bene al vecchio. Non mi aveva mai fatto del male. Non mi aveva mai insultato. Non desideravo il suo oro. Credo fosse il suo occhio! Sì, fu proprio così! Aveva l'occhio di un avvoltoio, un occhio pallido, azzurro, coperto di una pellicola. Ogni volta che esso si posava su di me il mio sangue si raggelava, e così per gradi, oh, per gradi molto lenti, io decisi di togliere la vita al vecchio, e sbarazzarmi così per sempre di quell'occhio."

 

Il cuore rivelatore è un racconto breve scritto nel 1843 da Edgar Allan Poe, scrittore e poeta statunitense. La trama è incentrata sull'assassinio di un vecchio da parte del protagonista, un uomo "estremamente nervoso": la sua follia, in seguito, lo porterà a tradirsi davanti ad alcuni funzionari della questura. Oltre ai temi spesso presenti nelle opere di Poe, come la pazzia e l'omicidio, questa novella contiene anche un interessante spunto di riflessione sul senso di colpa e sul rimorso.

 

Consigliato per tutti i gusti.

 

Repost 0
Published by Marzio - in Edgar Allan Poe
scrivi un commento
24 ottobre 2011 1 24 /10 /ottobre /2011 16:24

" Allora spalancai le imposte e sbattendo le ali

Entrò un corvo maestoso dei santi tempi antichi

Che non fece un inchino, né si fermò un istante.

E con aria di dama o di gran gentiluomo

Si appollaiò su un busto di Pallade sulla porta.

                              Si posò, si sedette, e nulla più.

 

Poi quell'uccello d'ebano, col suo austero decoro,

Indusse ad un sorriso le mie fantasie meste,

'Benché,' dissi 'rasata sia la tua cresta, un vile

Non sei, orrido, antico Corvo venuto da notturne rive.

Qual è il tuo nome nobile sulle plutonie rive?'.

                                      Disse il Corvo: 'Mai più'. "

 

Il Corvo è una poesia scritta nel 1845 da Edgar Allan Poe, scrittore e poeta statunitense. Il protagonista di questa poesia appare turbato e inquieto, probabilmente colpevole di un delitto come molti altri personaggi di Poe. La visita di un corvo parlante, forse una creatura infernale, lo terrorizzerà spingendolo definitivamente verso la pazzia.

 

Consigliato per tutti i gusti.

Repost 0
Published by Marzio - in Edgar Allan Poe
scrivi un commento
10 ottobre 2011 1 10 /10 /ottobre /2011 19:24

"Nell'aspetto di quel congegno v'era ,però, qualche cosa che mi spinse a esaminarlo più attentamente. Mentre lo guardavo da sotto in su (poichè si trovava proprio sopra di me), mi parve di vederlo muoversi. Un istante dopo trovai conferma alla mia impressione. L'oscillazione era breve e, naturalmente, lenta. [...]Vidi allora- con quale orrore è inutile dire - che la sua estremità inferiore era formata da una lama, una lucente falce d'acciaio, lunga circa un piede da corno a corno, con le punte rivolte all'insù e il taglio inferiore chiaramente affilato come un rasoio. E proprio come un rasoio, la falce sembrava massiccia e pesante, e dal filo si allargava in una struttura ampia e solida. Era appeso a una grossa asta di ottone e il tutto, fendendo l'aria, sibilava."

 

Il pozzo e il pendolo è un racconto breve scritto nel 1842 da Edgar Allan Poe, scrittore e poeta statunitense. Il protagonista del racconto è un prigioniero dell'Inquisizone spagnola sottoposto a infinite torture fisiche e psicologiche; l'atmosfera claustrofobica e soffocante della cella e gli infiniti dubbi e timori del prigioniero fanno da sfondo ad una narrazione capace di creare immediata tensione e inquietudine nel lettore.

 

Consigliato per tutti i gusti.

Repost 0
Published by Marzio - in Edgar Allan Poe
scrivi un commento

Presentazione

  • : Inviti alla lettura
  • Inviti alla lettura
  • : Inviti alla lettura di libri, romanzi, racconti, poesie e molto altro ancora.
  • Contatti