Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
9 novembre 2013 6 09 /11 /novembre /2013 18:29

"Vi racconterò un aneddoto. C'era una volta a Parigi un impiegato pazzo; lo rinchiusero poi in manicomio quando fu accertato che era proprio matto. Bene, quando gli dava di volta il cervello, ecco quello che aveva escogitato per divertirsi: prima d'uscir di casa, si metteva in costume adamitico, conservando soltanto le scarpe, poi si gettava sulle spalle un ampio mantello che gli arrivava fino alle calcagna, vi si ravvolgeva e usciva in istrada con faccia grave e maestosa.

Visto di fianco, era un uomo come tutti gli altri, che passeggiava avvolto nel mantello. 

Ma appena gli capitava di trovarsi da solo a solo in qualche passante, e non ci fosse nessuno lì intorno, egli si muoveva verso di lui con aria seria e profondamente assorta, gli si fermava davanti all'improvviso, apriva il mantello e si mostrava in tutta la sua...innocenza. [...]

Ebbene, un po' di quello stesso godimento si può provare facendo trasecolare all'improvviso qualche Schiller e mostrandogli la lingua quando meno se l'aspetta. 'Far trasecolare': che graziosa espressione, eh? L'ho letta non so più dove, in qualche vostro romanzo contemporaneo.

- Ma quel tale era un pazzo, mentre voi...

- ...siete un volpone?

- Già.

Il principe scoppiò a ridere.

- Avete ragione, mio caro, - soggiunse con una faccia di bronzo."

 

Umiliati e offesi  è un romanzo scritto nel 1861 da Fëdor Dostoevskij, scrittore russo. Lo scrittore Ivan Petrovic e tutti i suoi familiari vengono invischiati nelle trame del crudele e vendicativo principe Valkovski.

 

Consigliato per tutti i gusti.

Condividi post

Repost 0

commenti

Presentazione

  • : Inviti alla lettura
  • Inviti alla lettura
  • : Inviti alla lettura di libri, romanzi, racconti, poesie e molto altro ancora.
  • Contatti